Covid-19 e funzioni cognitive compromesse: cosa dicono gli studi