Image

Presentazione

La neuroriabilitazione vive un momento di grande fermento culturale, caratterizzato non solo dalla creazione e dallo sviluppo di tecnologie sempre più all’avanguardia per il paziente disabile, ma anche da notevoli progressi nelle conoscenze dei meccanismi biologici che sottendono al processo di recupero funzionale dopo una malattia neurologica disabilitante.

È evidente quindi che il principale obiettivo del neuroriabilitatore è ricercare le soluzioni più idonee e individualizzate per l’empowerment del paziente con disabilità di origine neurologica per contrastare le difficoltà che affronta quotidianamente.

Quest’anno il XXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica, confermando il consolidato concetto della centralità del paziente nella formulazione del progetto riabilitativo, ha scelto come titolo, “Dal pensiero al movimento e al gesto: i progressi della neuroriabilitazione”. Il titolo sottolinea i tre aspetti fondamentali attorno ai quali ruoteranno le varie sessioni congressuali. Saranno affrontate molte delle fondamentali tematiche della neuroriabilitazione come proposto ed organizzato dalle sezioni societarie tra cui i disturbi cognitivi maggiori, l’approccio al paziente con ictus, il complesso management ed i bisogni riabilitativi del paziente con sclerosi multipla o con malattia di Parkinson e come questi sono modificati dagli approcci farmacologici, la gestione del dolore cronico, il recupero del movimento nelle gravi cerebrolesioni, la complessità clinica , assistenziale e riabilitativa della persona con malattia rara , le peculiarità del paziente con distrofie muscolari. In molte di queste patologie, se non in tutte, un giro di boa nel management è dovuto al crescente uso della robotica a fini riabilitativi, e ciò rappresenterà un topic fondamentale del prossimo congresso SIRN.

Inoltre, saranno previste delle letture magistrali, fiore all’occhiello di questo congresso, che vedranno la partecipazione del gotha della ricerca scientifica italiana.

Non mancheranno le sessioni congiunte intersocietarie, importante momento di confronto, che avranno lo scopo di ampliare le conoscenze sui temi della neuroriabilitazione e di sviluppare dei percorsi dedicati, per un management globale ed un approccio interdisciplinare.

Un ampio spazio sarà dato alle comunicazioni libere ed alle sessioni organizzate dai giovani neuroriabilitatori e dai medici in formazione specialistica.

Infine, all’interno del Congresso ci saranno sessioni dedicate ai contributi scientifici dei professionisti della salute non medici come fisioterapisti, logopedisti ed infermieri che avranno spazio per condividere le proprie esperienze cliniche e scientifiche.

Ufficio di Presidenza e Consiglio Direttivo della SIRN